Abella Danger, nata a Miami, in Florida, il 19 novembre 1995, è senza dubbio uno dei pochi nomi su cui il dibattito è pressoché univoco: si tratta di una delle migliori pornostar dei tempi moderni. Entrata nel giro del porno su invito del suo ragazzo dell’epoca, Abella ha accumulato una straordinaria carriera con più di 1300 produzioni all’attivo e continua a distinguersi nel panorama dell’industria del porno. Famosa in tutto il mondo, ha ricevuto numerosi riconoscimenti del settore, consolidando la sua posizione di icona del cinema per adulti. Oggi, vi raccontiamo alcune curiosità che forse non sapevate su di lei.

Le origini

Stando a quando si legge sulla sua pagina dedicata su Wikipedia, Abella Danger sarebbe cresciuta in un ambiente ebraico molto rigido. Tuttavia, nonostante ciò, è riuscita sin da subito ad esprimere la sua sessualità e viverla in maniera libera. Anzi, sarebbe stato proprio un suo ex fidanzato ad introdurla al mondo del porno.

Cosa faceva prima del porno

Sempre in base alla sua BIO, Abella Danger avrebbe lavorato in un centro commerciale. Contrariamente ad altre attrici, nulla si sa su altri lavori precedenti. Il suo ingresso nel porno ha visto un’ascesa così rapida che presumibilmente le avrà consentito di dedicarvici in esclusiva, ottenendo comunque altissimi risultati.

I primi passi nel porno

Abella Danger ha girato la sua prima scena per Bang Bros. La scena – tutt’ora disponibile sul loro sito – si chiama “Sexy amateur ballerina fucked“. Datata 07.05.2014 vede Abella al suo esordio con Brick Danger: qualche passo di danza e poi via. Che la scena sia stato un omaggio proprio alla danza, arte praticata negli anni precedenti, sin da piccola?

Il rapporto con Brazzers

Abella Danger ha partecipato alla seconda edizione di Brazzers House nel 2017, classificandosi quarta. Due anni dopo ha siglato con la blasonata casa un contratto di esclusiva. Tra le sue scene più apprezzate sul sito troviamo “I Love your dad” con Xander Corvus, “Shower curtain cock” con Jordi “El nino” Polla e “Sneaking in the back door” con Alberto Blanco.

En plein di awards

Nel 2016 Abella Danger ha vinto sia agli AVN che agli XBIZ Awards come Best New Starlet. Ma questo è stato solo l’inizio: nel 2017 vince – tra i tanti – l’AVN per la best DP (scena girata con Mick Blue e Markus Dupree), nel 2018 l’XBIZ Award per la Best sex scene (sia BG che BGG), nel 2019 Best Group Sex Scene per After Dark. E potremmo continuare all’infinito.

Vixen Angel

Agli albori dell’ascesa della Vixen, la Danger è stata eletta Vixen Angel. Quand’ancora la casa di produzione era diretta da Greg Lansky, l’attrice era molto presente. Nella sezione dedicata vi è uno shooting a tema street molto accattivante, oltre che il video di presentazione. Sono state diverse le scene girate dalla stessa per le case dell’universo Vixen.

Nella top 5 PornHub

Abella Danger su PornHub conta dei numeri da capogiro. 1.9 bilioni di visualizzazioni, 1.3 milioni di iscritti e 5° posizione in classifica sul sito neroarancio. Ad oggi nella settimanale riveste persino la . Senza contare l’infinita quantità di suoi video sul sito.

Il video con Bella Thorne

Nel 2021 Abella Danger è apparsa come protagonista nel video della canzone “Shake it” di Bella Thorne. La canzone, uscita 2 anni fa, conta 9.3 milioni di visualizzazioni su Youtube. Potete vederlo qui. Le due – oltre a recitare insieme nella scena iniziale e nelle scene a letto o in piscina che sia – si cimentano anche in sfrenati passi di danza e twerking.

Anche regista

L’attrice americana ha girato anche due film da regista. “Hide and seek” nel 2019 e “Don’t Break Me 31″ nel 2022. Nel secondo ha diretto anche nomi come Jane Wilde e Sky Spierce, oltre che Aubree Valentine. Che sia l’inizio di una nuova carriera di successo?

Una pausa dal set

Tutte le sue scene come attrice sulle varie piattaforme risalgono attualmente al periodo pre-covid. Ritiro definitivo o pausa è difficile da dire. Attualmente comunque è operativa su OnlyFans, dove si definisce “your GOAT Throat“. E qualifica migliore per sé non poteva trovare, stante il grande tenore delle sue scene di sesso orale (oltre che di sesso anale, ma questa è un’altra storia)