Mirea è una content creator attiva su OnlyFans che si destreggia tra la cattedra e i contenuti porno unendo l’arte dell’insegnamento alla libertà espressiva del mondo adult. Con un piede nell’aula scolastica e l’altro in un universo dove esplora senza timori la sua sessualità, Mirea incarna un contrasto vivido che seduce e affascina., distinguendosi per riuscire a unire abilmente due mondi apparentemente inconciliabili: di giorno, è la rispettabile insegnante che modella le menti del domani con cura e dedizione, di notte, invece, esprime la sua essenza più intima in uno spazio senza giudizi come OnlyFans. La sua storia è quella di una trasformazione continua, un delicato equilibrio tra il riserbo dell’aula e l’audacia dei contenuti pornografici. Per mantenere segreta la sua identità, Mirea non mostra il volto, questo però non le ha impedito di costruire una fedele community che la segue e la supporta, merito certamente del suo fisico mozzafiato e della sua personalità. Abbiamo intervistato Mirea per comprendere al meglio la sua storia e ciò che la spinge a produrre contenuti pornografici su OnlyFans

Come riesci a bilanciare le esigenze e le responsabilità del tuo ruolo di insegnante con l’attività su OnlyFans?
Riesco a bilanciare molto bene le due cose. Ogni insegnante dovrebbe aver ben chiaro l’importanza del proprio ruolo e le responsabilità che ne comporta, come è giusto che sia. Sono due attività che richiedono impegno, la mattina lavoro a scuola, mentre il resto del tempo lo dedico nella gestione del mio profilo OnlyFans, dunque la creazione di contenuti, chat con i fan, mi organizzo con la programmazione delle cam e dei video personalizzati.

Mirea, hai mai avuto momenti di difficoltà nel gestire il segreto della tua attività su OnlyFans con i tuoi cari o con i colleghi?
Premetto che la mia personalità ha sempre avuto due lati contrastanti, un lato pudico e uno trasgressivo. Amo il sesso in tutte le sue sfumature ma se mi incontrassi per strada non penseresti mai che io sia una sexworker per la mia timidezza e il mio viso angelico, che non mostro per due motivi principali, il primo per proteggere la mia famiglia da eventuali pregiudizi, il secondo motivo è legato al mio lavoro principale che rischierei di perdere, purtroppo. Detto ciò, il lato trasgressivo che è sempre stato molto forte dentro di me, tendevo a reprimerlo in passato, sbagliando certo mi ritrovavo a masturbarmi nei posti più impensabili, ogni giorno, più volte al giorno, essendo anche una ribelle lo facevo a volte rischiando di essere vista, l’idea di essere guardata da sconosciuti mentre mi masturbavo mi procurava degli orgasmi intensi e un eccitamento continuo. La difficoltà maggiore è stata quella di reprimere la mia sessualità, forse anche per l’educazione rigida che ho ricevuto da bambina. L’idea di aprire OnlyFans mi frullava in testa da molto tempo e alla fine mi sono decisa, la scelta è stata fatta perché voglio esprimere e non reprimere il lato trasgressivo che ho sempre tenuto nascosto, chiaramente so che qualche collega o familiare potrebbe riconoscermi, il rischio c’è, ma l’ho messo in conto.

Hai mai trovato punti di contatto o sinergie tra la tua professione di insegnante e il lavoro che svolgi su OnlyFans?
In parte si, certo la sinergia non è solo un bel concetto teorico. È una componente chiave e io ho trovato sicuramente dei punti di contatto sebbene in modi chiaramente diversi e ne ho fatto il mio punto di forza. Ti faccio un esempio pratico, molti fan mi chiedono di fare cam o video personalizzati simulando un’ interrogazione o una lezione privata, in quel preciso momento lo faccio con estrema naturalezza, ricopro il mio ruolo di insegnante, anche se in senso ovviamente diverso.

Cosa ne pensano i tuoi follower di OnlyFans riguardo la tua professione principale?
Premetto che appena iniziai la mia attività con OnlyFans, non volevo si sapesse molto della mia vita privata, dunque omettevo un po di cose quando mi si ponevano dei quesiti in merito al mio lavoro principale, una volta però un fan mi disse: “Sei molto colta, non sbagli un verbo e sei intelligente, secondo me sei una prof”. In quel preciso momento capii che anche volendo non potevo nascondere ciò che ero veramente e che comunque ci sono talmente così tante insegnanti in Italia che quel piccolo dettaglio era giusto confidarlo. Da quando dichiarai la mia vera professione, notai che gli utenti impazzirono, confidandomi che il loro sogno erotico era fare sesso con una profossoressa. Rimasi piacevolmente colpita da questo aspetto intrigante.

Mirea, quali aspetti del tuo lavoro su OnlyFans trovi più gratificanti e quali sono le principali richieste dei tuoi fan?
Mi gratifica molto il rispetto, la stima, e la generosità che i fans hanno nei miei confronti, mi dimostrano quotidianamente il loro affetto, aldilà dell’aspetto sessuale, tendo a instaurare dei rapporti con la singola persona, mi piace sedurre prima con la mente, quindi si crea un gioco di seduzione reciproco, il dialogo per me è fondamentale. Sono consapevole anche che la mia fisicità mediterranea, le mie forme attirino gli sguardi degli uomini, ma non basta essere belle e formose, per attirare l’attenzione ci vuole testa, capacità di ascolto, entrare in empatia con la persona, credo che il bello sia proprio questo, la curiosità di capire che intriga. La sensibilità di capire chi hai di fronte solo scambiando un semplice pensiero. Il corpo lo abbiamo tutte, la differenza la fa il cervello la più potente arma di seduzione. Le richieste sono tantissime, lavoro moltissimo con le cam (la media di 15/20 cam al giorno) e le programmo per ovvie ragioni. Con mia piacevole sorpresa sono molto attratti anche dalla mia voce (dicono calda e sensuale) forse anche per l’accento (calabro/siculo) le mie origini. Le donne del sud sono molto apprezzate forse per il temperamento e il calore che emaniamo, quindi ricevo molte richieste di fare dei porno racconti, i fan si masturbano solo ascoltando la mia voce, mi chiedono degli audio e non mi aspettavo questo sinceramente. Sono piacevolmente colpita.

Hai menzionato di essere pluriorgasmica e di godere realmente durante le tue performance. Come pensi che questo influenzi la tua popolarità sulla piattaforma?
Mi reputo fortunata ad essere pluriorgasmica, è una rarità, godo e vengo ripetutamente durante le mie performance insieme ai miei fan. Ti cito un aneddoto simpatico, qualche giorno fa feci l’ultima cam della giornata durante la quale trovai una persona interessante capace di stimolarmi talmente tanto che ebbi una decina di orgasmi ravvicinati e nonostante lui avesse terminato arrivando al culmine del piacere fisico, continuava a parlarmi in maniera sottilmente spudorata, tanto che continuavo a masturbarmi e quasi non volevo smettere dal forte eccitamento (la cam era programmata 10 minuti, ma durò 25 minuti 😂). Credo che il fatto di essere naturale e che goda veramente tanto stimoli in modo molto positivo il fan.

Mirea-Onlyfans-porno

La dualità tra il tuo carattere dolce e perverso è affascinante. Come riesci a bilanciare questi aspetti nella creazione dei contenuti e nella vita quotidiana?Sono appunto due lati contrastanti e per questo affascinanti, uno non esclude l’altro, io sono entrambe le cose. i contrasti sono sempre intriganti, in verità viene tutto in modo molto naturale sia nella creazione dei contenuti sia nella vita quotidiana. Anche nei contenuti che faccio, non programmo, non seguo un copione, seguo l’ispirazione, l’istinto, ciò che in quel momento il mio corpo e la mia mente hanno voglia. Non mi piace la finzione. Quindi a volte sono dolce, altre volte perversa, altre volte entrambe le cose. Mi definisco camaleontica.

Mirea stai considerando di espandere la tua presenza anche su PornHub. Quali sono le tue aspettative e come pensi che completerà la tua offerta su OnlyFans?Certamente, mi piace mettermi alla prova e molto presto mi vedrete anche su PornHub, chiaramente cercherò di creare contenuti che su OnlyFans non sono concessi, e che molto spesso mi vengono richiesti, mi voglio spingere oltre, ma non voglio anticipare nulla, sarà una sorpresa. Quello che mi eccita di più è fare eccitare e stupire i fan, senza limiti. Quindi farò vedere tanto altro di me.

Trovi una certa eccitazione nel mantenere questa doppia vita tra insegnante e content creator?
Molta eccitazione, tutto ciò che è proibito mi eccita, mi piace condividere le mie fantasie con i fan, a volte tra una pausa caffè e l’altra invio delle foto o dei vocali e faccio intravedere la mia eccitazione, l’outfit del giorno, o a volte inserisco il perizoma all’interno della mia vagina o all’interno del mio ano, poi torno a casa lo sfilo e invio il mini-video ai miei fan. Questo è solo uno degli esempi delle mie innumerevoli fantasie perverse.

C’è stata un’interazione con un fan che ti ha particolarmente colpito o influenzato?
Ci sono state molte cose che mi hanno colpito, sono anche una Mistress, quindi nel mondo bdsm sono innumerevoli le richieste più bizzarre, una volta uno slave mi fece una richiesta, mi chiese di colorarmi le unghie dei piedi color nero, tenerli per 3 giorni, togliere lo smalto con la lima, per poi spedirgli il tutto. Ebbene si lo acquistò, per moltissimi soldi. Ti dico solo che la somma equivale al mio stipendio mensile da insegnante (ride, ndr) questo mi colpì in modo particolare. Lavoro moltissimo anche con i miei piedini.

Hai anticipato l’introduzione di contenuti con doppia penetrazione anale. Cosa ti ha ispirato a esplorare questa direzione e quali aspetti ritieni che attrarranno di più i tuoi fan?
Premetto che ho un debole per la masturbazione e i rapporti anali, credo che senza questi non godrei al 100%, ne sento il bisogno, a volte ho la necessità di masturbarmi solo dietro, ho orgasmi molto più intensi. Detto ciò condivido anche questo aspetto con i miei fan, poco tempo fa acquistai un grosso dildo lungo 30 cm con una circonferenza di 8 cm, mi piace farlo sparire dietro cavalcandolo, (sul mio VIP tutti questi video sono pubblicati in bacheca solo per i miei abbonati), ci vuole oggettivamente una preparazione prima, ma dopo assicuro degli orgasmi fortissimi. Questa è una vera passione, e per quanto molto spinta ne vorrei sempre di più, non mi basta mai, proprio per questo motivo ho deciso di provare la DPA (doppia penetrazione anale, ndr) ma non anticipo nulla, ne vedrete delle belle. Il mio nick (Mireagoldenassvip) non è stato scelto a caso (ride, ndr)
Credo che questo aspetto attiri molto i fan perché appunto raro, non credo si vedano tutti i giorni contenuti del genere.

Mirea hai collaborazioni in mente con altri creatori di contenuti o pensi di rimanere un’entità solista?
Ho una forte personalità e il fatto di avere moltissimi abbonati, pur facendo dei contenuti da sola, mi riempie di orgoglio e mi fa capire che anche da sola vado alla grande. Non programmo nulla, vivo il presente. Ma ti dico che recentemente ho ricevuto più di una proposta di collaborazione, da persone molto popolari sulla piattaforma e non solo. Certo sono molto selettiva, sto valutando le varie possibilità. Mai dire mai.

Mirea rappresenta più di una semplice content creator su OnlyFans, è un simbolo di un dualismo affascinante che sfida i confini e celebra l’autenticità. Nel suo mondo, ogni giorno è un capitolo nuovo e sfrenato di un racconto che si scrive al ritmo dei suoi desideri. Ringraziamo Mirea per la disponibilità, per approfondire maggiormente il suo percorso e il suo lavoro vi invitiamo ad iscrivervi al suo canale OnlyFans e a seguirla su Instagram.